Opinioni a confronto


  • Scuola e psicologia. Due mondi che si incontrano

    Scuola e psicologia. Due mondi che si incontrano

    di Lucia Bigozzi, Francesco Miniati | del 27/04/2016
    In una prima elementare un bambino si avvicina allo psicologo che è venuto in classe a proporre delle prove ai bambini. “Ma te che lavoro fai?” “Sono uno psicologo” “Cosa fa uno psicologo?” “Studio cosa  pensano le persone… la loro mente”
    continua
  • Riflessioni quotidiane

    Riflessioni quotidiane

    di Barbara Barontini | del 09/03/2016
    Buona sera a tutte!------------------------------------ il lavoro che stiamo facendo in questi giorni, le riflessioni che ci siamo scambiate io e Cristina e il verbale della conversazione in classe che ho trascritto  questo pomeriggio, mi hanno condotto ad ulteriori riflessioni che ho voluto fissare e condividere con voi prima di dimenticarmene. Vi allego anche due  brevi verbali.    Il lavoro anticipato sulla messaggeria, in prima classe, ci permette di cominciare a lavorare molto presto anche sulla riflessione fonologica e metafonologica.  Emergono riflessioni estremamente interessanti sui ragionamenti che portano i bambini ad apprendere...
    continua
  • Dans l'univers d'Umberto Eco

    Dans l'univers d'Umberto Eco

    di La Grande librairie | del 22/02/2016
    Tutti noi siamo debitori nei confronti di Umberto Eco. A ognuno ha dato qualcosa, grazie al suo talento che spaziava in molti campi. In qualche modo ha formato le nostre teste, insegnandoci a pensare e a sorridere.Ci piace ricordarlo come in questo bel video, curato dalla Grande Librairie che ringraziamo.----https://youtu.be/gPV8Y9i3hq8------Pubblicato il 20 feb 2016----Le...
    continua
  • I punti della geometria. Gli infiniti della matematica

    I punti della geometria. Gli infiniti della matematica

    di Giuliano Spirito | del 26/01/2016
    La storia di ogni disciplina scientifica non è mai un percorso lineare di progressiva e felice conquista di livelli più elevati. Essa invece “gronda lacrime e sangue”, poiché vive crisi radicali che costringono spesso a drammatiche e/o esaltanti rivisitazioni. Ecco allora, a titolo esemplare, un paio di questi momenti critici relativi alla matematica: in ambito geometrico, l’abbandono dell’illusione di poter pensare – come sarebbe naturale – i punti come granellini; in ambito numerico (e non solo), l’ardimentoso cimento con il confronto tra...
    continua
  • La notte santa e la libertà d'insegnamento

    La notte santa e la libertà d'insegnamento

    di Maria Rosa Giannalia | del 14/01/2016
    Mi sono imbattuta per caso, girovagando sul web, in questa poesia di Guido Gozzano ( vedi https://fucinadelleidee.eu/redazione/?id_pagina=336 ). E mentre guardavo il testo, le parole e i versi  fluivano nella mia memoria insieme al ricordo gradevolissimo di me bambina, seduta insieme a tanti altri compagni nei banchi dell'aula della quarta elementare, nella scuola del mio paese. La maestra ci aveva detto di studiarla a memoria ed io, da scolara scrupolosa, la imparai per intero.    La posso recitare ancora senza un tentennamento....
    continua
  • “Perché un bambino sta male? Una prospettiva psicoanalitica”

    “Perché un bambino sta male? Una prospettiva psicoanalitica”

    di Benedetta Pazzagli | del 07/01/2016
    Di recente, ho partecipato ad un interessante ciclo di incontri dal titolo “Perché un bambino sta male? Le ragioni oscure del disagio infantile”[1]. Il corso era organizzato da Gianburrasca Onlus Milano, centro di cura del disagio infantile e sostegno alla famiglia, e rivolto a medici, psicologi, insegnanti, educatori e tutti coloro che sono impegnati nella relazione con bambini e adolescenti. La prospettiva teorica che ha guidato gli incontri del...
    continua
  • Augurio di un 2016 all'insegna di eguaglianza pace lavoro dignitoso e onestà, più potente della corruzione

    Augurio di un 2016 all'insegna di eguaglianza pace lavoro dignitoso e onestà, più potente della corruzione

    di Ferdinando Imposimato | del 02/01/2016
    Segnalo questo bellissimo augurio 2016 di Ferdinando Imposimato.---------1.Cari amici, in questo triste fine anno 2015, le ingiustizie sociali sono aumentate in danno dei più deboli: il mio pensiero va a operai, disoccupati, insegnanti , pensionati , giovani, bambini, che sopportano tutto il peso della crisi del paese. Mentre una piccola parte detiene quasi tutte le ricchezze , rifiuta i sacrifici e specula per aumentare...
    continua
  • Auguri a tutti  con questo bel brano di Dino Buzzati:

    Auguri a tutti con questo bel brano di Dino Buzzati:

    di Dino Buzzati | del 16/12/2015
    Nel paradiso degli animali l'anima del somarello chiese all'anima del bue: - Ti ricordi per caso quella notte, tanti anni fa, quando ci siamo trovati in una specie di capanna e là, nella mangiatoia...? - Lasciami pensare... Ma sì - rispose il bue. - Nella mangiatoia, se ben ricordo, c'era un bambino appena nato.  - Bravo. E da allora sapresti immaginare quanti anni sono passati? - Eh no, figurati. Con la memoria da bue che mi ritrovo. - Millenovecentosettanta, esattamente.  - Accidenti! - E a proposito, lo sai chi era quel bambino? - Come faccio a...
    continua
  • Se il pc a scuola non aiuta i ragazzi.

    Se il pc a scuola non aiuta i ragazzi.

    di Corrado Zunino | del 28/11/2015
    Uno studio Ocse: l'apprendimento peggiora nelle classi dove si usa troppo la tecnologia---------------------------------------------------------------------------- Lo dice l'Ocse, che è l'organizzazione dei paesi al mondo più industrializzati: non vi è certezza che i grandi investimenti pubblici e familiari su computer in classe e connessioni internet a scuola migliorino le performance scolastiche dei nostri ragazzi. Il programma Ocse per la valutazione degli studenti, guidato da Andreas Schleicher, ha elaborato...
    continua
  • Lingua madre. Se i ragazzi italiani non sanno l'italiano.

    Lingua madre. Se i ragazzi italiani non sanno l'italiano.

    di Simonetta Fiori | del 13/11/2015
    Segnaliamo questa stimolante intervista a L. Serianni curata da Simonetta Fiori......................................................................................................................... Immaginiamo una festa con un centinaio di studenti, tutti del secondo anno delle superiori. Venti di loro non sanno l'italiano.No, non è una festa cosmopolita con quindicenni che arrivano da tutto il mondo. Si tratta di adolescenti italiani, un quinto...
    continua