Considerazioni personali

di Claudia Morganti | del 18/04/2020
Considerazioni personali

Carissima Maria

grazie per questa iniziativa di supporto, soprattutto psicologico.

Stiamo vivendo periodi difficili, molto desolanti!!!

Emerge anche forte l'azione sociale della Scuola pubblica. Come sai il nostro IS ha una bella componente di bambini di diverse culture e rintracciarli tutti giornalmente pur preparando materiali adatti..è un lavoro immane e continuo, ti senti impotente quando ti dicono "l'unico cellulare ce l'ha mio padre che è a lavorare". Allora trovi delle scappatoie pur di mantenere il contatto: tempi lunghi, strumenti diversi ..qualcuno tramite il Registro elettronico, altri con e -mail, altri con Whatsapp.Non tutti hanno un pc e i nostri sforzi per far avere un device a ciascuno hanno coperto solo la fascia d'età dei più grandi..G-Suite con i tools Classroom e Meet partirà da lunedì ma ..quanti bambini saranno presenti? Fortunatamente le lezioni si potranno registrare così i bambini che non si collegheranno in orario potranno seguire lo stesso..si cerca di abbattere le differenze nella scuola pubblica e in questo momento, come insegnanti anche se ce la stiamo mettendo tutta per essere adeguati alla didattica -a-distanza, dobbiamo essere appropriati nel sollecitare i genitori più "sforniti" da un punto di vista culturale, dobbiamo incoraggiarli, fargli sentire che ci siamo per i loro figli. Ieri una bambina della mia classe di origine araba era finalmente  in collegamento su Skype- che abbiamo utilizzato in questo periodo per qualche incontro di classe-con le donne di casa:mamma,nonna, zia. Seppur tra mille difficoltà su 40 alunni sono in contatto con tutti, anche se in modo multiforme..sono contenta?

Proprio con le mail ho iniziato a tessere relazioni nuove sia con i genitori che con i bambini. Quando si parla di scrittura-terapia!

Le "attività" o "compiti" attivati da subito sono serviti per creare un continuum con la classe e dai bambini sale tanto interesse, voglia di esserci: sai che si mettono il grembiulino durante i collegamenti? 

Fortunatamente a Gennaio avevo avviato la Posta del cuore che è servita per la ripresa delle attività insieme su Skype: quel giorno tutti hanno lanciato un messaggio agli amici dal vivo, che avevano preparato precedentemente, ed è stato molto emozionante perchè abbiamo sentito la comprensione e l'affetto di tutti per il distacco in cui ci siamo trovati. 

Le correzioni del compito le faccio sotto forma di letterina affettuosa, motivante per ciascuno di loro. Stiamo lavorando su brevi testi di cui spedisco un audio in cui leggo -e li invito a leggere- faccio domande sibilline sul testo e/o sull'ampliamento lessicale, piccoli dettati per rinforzare i suoni.Mi accorgo che l'immaginario che ho curato sin dal primo giorno di scuola per l'acquisizione della letto-scrittura gli ha fornito come un metodo di porsi all'ascolto e alla scrittura e vedo che è utilissimo a sostenere la motivazione e la fantasia.Mi spediscono tanti dei loro elaborati pieni di particolari colorati! 

Comunque mi manca la visione della classe nella sua interezza, l'interscambio diretto tra maestra e bambino/a , quella magia che ti fa sentire che insegni.

Scusa l'onda anomala a cui ti ho sottoposto ma so che mi capirai nel profondo! 

Con affetto

Claudia

Dipinto: Francisco Goya, Bambini che combattono per le castagne. Public Domain  https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Goya_Zabawy_dzieciece_2.jpg