Opinioni a confronto


  • Un grave lutto

    Un grave lutto

    di Maria Piscitelli | del 16/04/2021
    Ci uniamo tutti noi al ricordo di Carla Mugnai, persona di grande umanità e intellettualità. Carla si è spesa con generosità e per tanti anni nel Cidi di Firenze nella formazione dei docenti e nella lotta per i più deboli. La sua perdita ci ferisce profondamente, lasciandoci un sentimento d'intenso dolore.  Anche a noi, come al Cidi di Firenze, piace ricordarla con un suo scritto: la poesia che Carla scrisse in occasione dell'anniversario dei 10 anni in cui Faisa Mohamed...
    continua
  • Buona Pasqua!

    Buona Pasqua!

    di Maria Piscitelli | del 04/04/2021
    Un augurio a tutti in buona compagnia.La pastiera, una gustosissima torta partenopea e non solo! di Benedetta Martini.Perché vedete la pastiera è una cosa seria…la pastiera non è un dolce, è i vicoli di Napoli in una giornata di sole, le urla dei bambini, l'attesa, la famiglia, i litigi.  La pastiera è la voce di mia nonna che mi chiama, il gioco di carte col mio nonno adorato, il Caffè Gambrinus e tutti i libri di M. de Giovanni… la pastiera è passione e contatto, è una dolcezza gridata e un po' sfacciata… la pastiera in questo momento è vicinanza,...
    continua
  • Grazie a tutti!

    Grazie a tutti!

    del 26/12/2020
    Un regalo gradito di Buon Natale alle maestre Maria e Romina dell'I.C. di Prato da parte delle bambine, dei bambini, delle mamme e dei babbi della 1a C.Vedi messaggio nella foto:"Un regalo speciale che non si scarta e non si tocca---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
    continua
  • Un augurio sincero a tutti!

    Un augurio sincero a tutti!

    del 22/12/2020
    Non ho che auguri da regalare: di auguri ne ho tanti, scegliete quelli che volete, prendeteli tutti quanti.   Gianni Rodari, Il mago di Natale, Filastrocche in cielo e in terra, Trieste, EL, 1996.
    continua
  • 10, 9, 8, 7, 6, 5 … io valgo più di un numero!

    10, 9, 8, 7, 6, 5 … io valgo più di un numero!

    di Maria Paglia, Enza Varagone | del 10/06/2020
    La didattica a distanza aumenta il divario tra gli alunni, per quanto riguarda le possibilità di apprendimento? Noi pensiamo di sì, poiché non sussistono condizioni di parità di accesso ai vari “ambienti” online. Non basta essere dotati di strumenti informatici, bisogna essere in grado di usarli in modo autonomo. E nei contesti in cui il bambino deve condividere gli strumenti con altri membri della famiglia? Hanno tutti il sostegno e la guida dei genitori? Hanno tutti uno spazio per poter seguire le videoconferenze?Non tutti ce l’hanno. L’apprendimento dovrebbe avvenire in un ambiente sereno, dove il...
    continua
  • Filastroccando, filastroccando

    Filastroccando, filastroccando

    di Rosy Gambatesa | del 30/05/2020
    Se il volume sulle filastrocche di Maria Piscitelli non avesse altri meriti, ne ha di certo uno che dovrebbe portarci tutti a leggerlo con passione e a studiarlo con attenzione. Come anticipa il bel titolo Filastroccando filastroccando. Tra suono, senso e strutture della lingua, il libro conduce in un itinerario didattico ambientato nel contesto comunicativo della filastrocca. Non paia scontata la scelta di proporre un tale itinerario agli insegnanti d’italiano.Le Indicazioni Nazionali da più di dodici anni hanno ricondotto proprio alla dimensione comunicativa...
    continua
  • La retorica dello scrivere

    La retorica dello scrivere

    di Leonardo Barsantini | del 15/05/2020
    Molto bello il tuo articolo, Eleonora. Mi ha fatto ricordare quando ero a scuola in un modo nuovo: "C’era la retorica delle elementari, quella delle medie e quella del liceo." E' un modo interessante di vedere le cose. In prima liceo avevo una brava insegnante di italiano che, non so come, mi fece appassionare alla letteratura. Per farla breve, io che avevo letto poco, mi accorsi che il giornalaio sotto casa era fornito anche di tanti oscar Mondadori. In un anno mi lessi tutto Hemingway e tanto altro. In pratica avevo recuperato i 15 anni precedenti. Al secondo anno, purtroppo, arrivò un'altra docente che non aveva le stesse capacità della...
    continua
  • La bella e la brutta copia

    La bella e la brutta copia

    di Eleonora Aquilini | del 07/05/2020
    Riporto questa interessante riflessione di Eleonora Aquilini: “Quando la piazza fu immersa nella notte, Adamsberg, appoggiato al platano, aprì il taccuino e ne strappò una pagina. Rifletté,  scrisse Camille, e aggiunse Io. L’inizio di una frase pensò. Non era poi così male. Dopo dieci minuti, dato che il resto della frase non veniva, mise un punto dopo Io, e piegò il foglietto intorno a una moneta da cinque.” 
    continua
  • Considerazioni personali

    Considerazioni personali

    di Claudia Morganti | del 18/04/2020
    Carissima Maria grazie per questa iniziativa di supporto, soprattutto psicologico. Stiamo vivendo periodi difficili, molto desolanti!!! Emerge anche forte l'azione sociale della Scuola pubblica. Come sai il nostro IS ha una bella componente di bambini di diverse culture e rintracciarli tutti giornalmente pur preparando materiali adatti..è un lavoro immane e continuo, ti senti impotente quando ti dicono "l'unico cellulare ce l'ha mio padre che è a lavorare". Allora trovi delle scappatoie pur di mantenere il contatto:...
    continua
  • Il pensiero e la preghiera! I giorni del congiuntivo!

    Il pensiero e la preghiera! I giorni del congiuntivo!

    di Vito Mancuso | del 09/04/2020
    Un felice augurio di Pasqua con questo profondo e colto articolo di Vito Mancuso pubblicato su Repubblica, venerdì 3 aprile 2020.    I milioni di persone davanti alla tv per il Papa e per il rosario segnalano un bisogno di pregare che forse si riteneva superato. Ma cosa significa pregare? Nel 1916 Wittgenstein si trovava sul fronte orientale della Prima guerra mondiale mentre si scatenava il più grande attacco nemico, la...
    continua