Opinioni a confronto


  • Il curricolo per competenze è l'antitesi del sapere disciplinare?

    Il curricolo per competenze è l'antitesi del sapere disciplinare?

    di Giuseppe Bagni, Carlo Fiorentini | del 24/09/2018
    Segnalo quest'interessante contributo di riflessione di Giuseppe Bagni e Carlo Fiorentini:"Molti esperti di didattica generale e di didattica digitale ritengono che l’interpretazione più adeguata del curricolo per competenze sia possibile con approcci alle conoscenze di tipo globale e/o interdisciplinare. Queste concezioni teoriche sulla problematica delle competenze costituiscono l’antitesi della visione del sapere organizzato per discipline e, se fossero l'interpretazione veritiera del ruolo delle competenze nell’istruzione, giustificherebbero tutte le critiche mosse recentemente alla didattica che vi fa riferimento.
    continua
  • Un libro di testo bianco

    Un libro di testo bianco

    di Rosalia Gambatesa | del 03/05/2018
    La diagnosi di Pietro Alotto è certamente rispondente al problema gigantesco dei libri di testo. Per quanto riguarda le prospettive io direi, come anche Alotto mi pare dica, che studiare una disciplina dovrebbe voler dire acquisire una rete concettuale che consenta agli studenti di pensarla, comprenderne la lingua e di parlarne. Se una tale rete va tessuta senza dubbio a partire dall'esperienza reale degli allievi, sarebbe necessario tuttavia superare il libro di testo, com'è ora concepito, avendo...
    continua
  • La langue anglaise est-elle la seule langue scientifique?

    La langue anglaise est-elle la seule langue scientifique?

    di Laurent Gajo | del 07/04/2018
    Il parere del Prof. Laurent Gajo: On pense souvent que toute la science se fait en anglais. Toute? Non, car certaines langues résistent encore et toujours à l'exclusivité d'une langue dominante. C'est un choix essentiel. Les explications de Laurent Gajo, professeur à l'École de langue et de civilisation françaises de l'Université de Genève. La langue de la science, un choix politique? À l'heure actuelle, la langue française se trouve dans une position complexe par rapport aux autres...
    continua
  • Sull’utilizzo dell’inglese nell’insegnamento scientifico

    Sull’utilizzo dell’inglese nell’insegnamento scientifico

    del 16/02/2018
    Si segnala l'interessante contributo di Aldo Borsese "Sull'utilizzo dell'inglese nell'insegnamento scientifico", pubblicato in "Orientamenti Pedagogici", Vol.64 n.2, aprile-maggio-giugno 2017 Erickson Trento. Ne consigliamo vivamente la lettura. Lo ritroviamo nel sito del Cidi nazionale. Nel sommario si legge:"Si fa riferimento al progetto CLIL che propone di realizzare l’insegnamento scientifico a scuola in lingua inglese. Questo progetto viene promosso in Italia e in Europa, anche a livello istituzionale, come mezzo...
    continua
  • Buon Natale

    Buon Natale

    di Maria Piscitelli | del 22/12/2017
    Auguro a tutti un Buon Natale, spensierato e speciale! Immagine: CC0 Public Domain
    continua
  • Grazie, Professoressa

    Grazie, Professoressa

    di Maria Piscitelli e del gruppo di ricerca e sperimentazione linguistica del Cidi di Firenze | del 12/12/2017
     Il 30 novembre 2017 è venuta a mancare una grande linguista, che l'Università di Bologna  ricorda come "studiosa di ampio respiro e di grande finezza che ha contribuito, con le sue numerose pubblicazioni scientifiche (sulla lingua della scienza, la linguistica applicata alla didattica dell’italiano, la lingua letteraria e del teatro), alla formazione di generazioni di studiosi e insegnanti" [... ] "I volumi sulla lingua di scienziati italiani (Guglielmo volgare, Galileo, Francesco Redi) rimangono come un punto di riferimento per la storia della lingua"(https://www.magazine.unibo.it/archivio/2017/11/30/lutto-in-ateneo-e-scomparsa-la-prof-ssa-maria-luisa-altieri-biagi).
    continua
  • Il concorso truccato per magistrati. Un avvocato svela la truffa del 1992

    Il concorso truccato per magistrati. Un avvocato svela la truffa del 1992

    di Selma Chiosso | del 28/09/2017
    Segnalo quest'interessante articolo di Selma Chiosso sul pessimo funzionamento dei concorsi in Italia (La Stampa 28-9- 2017).   "Era vestita di bianco, Francesca Morvillo. È il 23 maggio 1992 e all’hotel Ergife di Roma è...
    continua
  • Temi e riassunti

    Temi e riassunti

    di Giuseppe Bagni | del 28/09/2017
    Giuseppe Bagni risponde alle dichiarazioni del prof. Serianni.   "Su La Repubblica del 18 settembre 2017 si legge: 'Meno temi e più riassunti in classe. Per 'allenare i ragazzi a strutturare un testo'. (La svolta di Mister italiano, 'Dalle medie alla maturità meno temi e più riassunti'). Mister italiano sarebbe l'illustre studioso Luca Serianni, che  avendo ricevuto dal Miur l'incarico di consulente per l'apprendimento della lingua italiana, propone di arginare le carenze linguistiche più gravi degli studenti con...
    continua
  • Il trucco dei baroni

    Il trucco dei baroni

    di Sergio Rizzo | del 27/09/2017
    A seguire un altro articolo pubblicato da Sergio Rizzo (Repubblica, 27-9-2017) sulla credibilità delle istituzioni universitarie che purtroppo ci disonorano. Le Università dovrebbero essere, come scrive S. Rizzo," l'incubatore del progresso sociale in tutti i Paesi avanzati". Mentre, da quanto si legge e molti di noi hanno direttamente o indirettamente sperimentato, l'Università "si è ridotta alla stregua di un mercato che funziona sullo scambio di favori a seconda delle rispettive convenienze perché da lì scaturiscono incarichi, denaro, potere. Perdendo di vista la missione e il ruolo dell'insegnamento accademico in...
    continua
  • La magistratura scopre l'acqua calda nelle Università

    La magistratura scopre l'acqua calda nelle Università

    di Raffaele Simone | del 26/09/2017
    Raffaele Simone ha così commentato su Facebook l'articolo pubblicato da Grazia Longo  (La Stampa, 26-9-2017):Questi forse erano un po' più malandrini e sfacciati degli altri, ma così vanno le cose normalmente, in quel mondo (e sicuramente anche in altri della sfera pubblica). Va detto anche che chi si oppone a quelle regole si accorge presto di essere rimasto solo e isolato... Piuttosto che arrestarli (o arrestarci, quando c'ero anch'io) tutt*, sarebbe...
    continua