La danza

Austria, Salisburgo, foto di Benedetta Martini

Il  linguaggio del corpo
Ritmi e movimentI, tecniche di esecuzione, scenografia, costumi, musiche, luci..... arte, passione, sogno..

Materiale utile per lavorare sulla comunicazione non verbale e sul linguaggio del corpo

"Nella danza 
c’è una comunicazione non verbale che si concretizza con i movimenti del corpo, una comunicazione interpersonale che dà spazio all’espressività dell’anima, della bellezza, del movimento corporeo, attraverso i messaggi silenziosi che la danza invia tramite il linguaggio universale coreografico. Il corpo parla moltissimo, ma molto spesso non se ne conosce la lingua e quindi se ne ignorano i messaggi. Imparare a leggere il linguaggio del corpo non è solo l’analisi di un singolo gesto ma di tutte le parti del corpo coinvolte. La lettura della comunicazione non verbale consente di conoscere la personalità e il lato nascosto degli altri, in modo da relazionarsi meglio con l’altro, ma anche di essere più sinceri con se stessi e vivere in armonia con le proprie emozioni.

“Leggere” il linguaggio del corpo è utile perché:

Anche se nella formazione scolastica, nel trasmettere il sapere e le informazioni, il linguaggio verbale è sempre stato dominante, non va trascurato il contributo dato dalla comunicazione non verbale. La danza è un mondo in cui il linguaggio non verbale è forte in quanto l’insegnante deve poter comprendere i suoi allievi sia come singoli che come parte di un gruppo, mentre il coreografo deve conoscere i propri ballerini, comprenderne le motivazioni e gli eventuali disagi.
Per un insegnante sono importanti quei segnali che possono avvicinarlo a comprendere se i suoi allievi sono attenti, interessati alla lezione o insoddisfatti, e che possono aiutare a migliorare il rapporto con la classe o il singolo allievo.

Ecco due esempi:

1. l’insegnante, che appare più brillante e nelle spiegazioni guarda negli occhi gli studenti, dà l’impressione di essere più competente;
2. mettere più enfasi e parlare più in fretta può voler significare disagio e paura di essere interrotti.

Ma non è sempre facile comprendere il linguaggio del corpo perché, come documentato dalla psicologia sociale, l’uomo – nel tempo – ha cercato di controllare il proprio comportamento per raggiungere determinati obiettivi o per trarre vantaggi dagli scambi interpersonali. Nonostante quindi la comunicazione non verbale sia spontanea e immediata e potrebbe sembrare non controllabile, esistono delle possibilità di controllo e apprendimento di modalità e lettura. Non è semplice stabilire quanto sia volontario o involontario il controllo comportamentale. Per raggiungere un obiettivo – come fare una buona impressione per passare una audizione –, le strategie per piacere possono iniziare dal sorriso, se si cerca approvazione si faranno cenni con la testa, oppure si guarderà negli occhi l’interlocutore per attirare l’attenzione e anche la postura dovrà esprimere serenità. Tra i segnali non verbali, l’espressione emotiva è il più immediato e diretto. Esperienza e pratica permettono un maggior controllo della comunicazione non verbale. Conoscenza, abilità, esperienza possono facilitare la comprensione e l’utilizzo di questo tipo di comunicazione"

(Da: Leggere il linguaggio del corpo per migliorare il rapporto insegnante-allievo a cura di Anastasia Sardo, Docente di Psicologia applicata alla Danza all’Università degli Studi di Siena e già all’Accademia Nazionale di Danza di Roma. Direttore artistico della compagnia di Balletto “Sienadanza”)




Roberto Bolle Dances Mozart

(RAI).mp4
ColoradoGuy620
caricato in data 11/dic/2008
http://youtu.be/wkpGKPoeFeU


Carla Fracci as Giselle
goldenidol·
caricato in data 11/ago/2006

The incredible Carla Fracci performs Giselle's solo from act I. Beautiful. This clip is from 1968.

http://youtu.be/NeO2evl8az8


Rudolph Nureyev & Carla Fracci: 'La Sylphide'

plhbf
caricato in data 10/set/2008