Opinioni a confronto


  • Scuola, la denuncia di Sabatini: «Ha smesso di insegnare l’italiano»

    Scuola, la denuncia di Sabatini: «Ha smesso di insegnare l’italiano»

    di Francesco Sabatini | del 26/09/2017
    Riporto quest'intervento di denuncia del Prof. Sabatini presidente onorario dell'Accademia della Crusca,pubblicato sul Corriere.it, 23 settembre 2017 Stiamo assistendo a un fenomeno: i mali del nostro sistema di istruzione vengono spesso denunciati pubblicamente non dalla scuola, ma dall’Università e, a livelli più avanzati, dagli ordini professionali. Non si contano le lamentele dei professori di Giurisprudenza sull’incapacità degli...
    continua
  • La scuola di cui abbiamo bisogno

    La scuola di cui abbiamo bisogno

    di Giuseppe Bagni | del 20/09/2017
    Non è facile intervenire dopo gli annunci della sperimentazione di un accorciamento del percorso di studi per tutti, e quello quasi contemporaneo di un obbligo d'istruzione fino a 18 anni per tutti. Come dice giustamente Mariapia Veladiano ci vuole una buona bussola per non perdersi. Ma Mariapia ha soprattutto ragione quando mette in evidenza che non sono queste le priorità della scuola. Da anni l'Italia partecipa ai rilevamenti internazionali e l’Invalsi produce dati regolarmente diffusi sullo stato del nostro sistema d'istruzione. Da essi sappiamo con precisione quali sono le emergenze. Sono la diseguaglianza del sistema a livello regionale;...
    continua
  • You Can

    You Can

    di Maria Piscitelli | del 09/05/2017
    Domenica 7 maggio 2017 si è svolto alla scuola Città Pestalozzi il 12° Seminario nazionale sul curricolo verticale del Cidi di Firenze. La giornata è stata intensa e gratificante per cui vorrei calorosamente ringraziare coloro che vi hanno partecipato. Eravamo, come sempre, tanti (300) a testimoniare la passione e l'impegno per la costruzione della "nostra" buona scuola. I presenti provenivano prevalentemente dalla Toscana, iscritti al Cidi e non, comunque in gran parte incontrati dalla nostra associazione...
    continua
  • Giù le mani dalle Indicazioni Nazionali

    Giù le mani dalle Indicazioni Nazionali

    di Giuseppe Bagni | del 08/02/2017
    Si segnala l'importante Documento scritto dal Presidente nazionale del Cidi in risposta alla lettera-appello del gruppo dei 600.Alla Ministra dell’Istruzione e della Ricerca Il problema delle competenze linguistiche inadeguate sollevato dal gruppo dei 600, deriva da una politica ministeriale sulla formazione in servizio che non è stata mai centrata sugli aspetti fondamentali della riqualificazione del fare scuola reale, quali quelli di garantire competenze linguistiche...
    continua
  • "Le avventure di Girolama e Calimero” di Maria Rosa Giannalia

    di Maria Piscitelli | del 25/11/2016
    Il progetto di scrivere “Le avventure di Girolama e di Calimero” è nato, come afferma l’autrice, per caso “mentre passeggiavo nel parco con la mia nipotina Rebecca parlando con lei, rispondendo alle sue domande, e spesso, inventando risposte per lei plausibili. E anche a casa, nelle giornate ventose quando lei ed io ci facevamo compagnia inventando tante avventure di una piccola protagonista alla quale abbiamo voluto dare un nome-parlante: Girolama”.   Un racconto autobiografico quindi in cui la scrittrice, condotta per mano dalla sua nipotina, entra in punta...
    continua
  • Apprendere ai tempi di Internet: una sfida?

    Apprendere ai tempi di Internet: una sfida?

    di Maria Rosa Giannalia | del 18/10/2016
    Che l’apprendimento sia ormai per buona parte sganciato  dai luoghi istituzionali di riferimento,  imprescindibili per la mia  generazione , è un fatto assodato. Non si fa che ripetere questo concetto ad ogni occasione ufficiale e no, nei libri dedicati alla formazione dei docenti come anche nelle trasmissioni televisive , nei giornali divulgativi e in quelli di massa, perfino nei rotocalchi. La scuola ha preso atto di ciò già da molto tempo, tanto è vero che quelle che fino a venti anni fa, nelle riviste specializzate, erano indicate con l’espressione nuove...
    continua
  • Bocciato chi ha fatto le domande

    Bocciato chi ha fatto le domande

    di Claudio Giunta | del 01/09/2016
    Segnalo questa interessante riflessione pubblicata su Il Sole24Ore, 28 agosto 2016, n. 236. Scuola /Concorsi, p.19. Sono stati pubblicati gli esiti degli scritti del concorso a cattedra per le scuole, e i numeri sono allarmanti. Più della metà dei 71.000 candidati (tutti provvisti di abilitazione) non ha superato la prova, il che vuol dire che molte cattedre non verranno assegnate, e che anche il prossimo anno bisognerà ricorrere a incarichi pro tempore affidati agli iscritti alle graduatorie ad esaurimento o a supplenze annuali. Di qui un coro di lamentele sull’ignoranza dei futuri insegnanti, sulle università...
    continua
  • Scuola e psicologia. Due mondi che si incontrano

    Scuola e psicologia. Due mondi che si incontrano

    di Lucia Bigozzi, Francesco Miniati | del 27/04/2016
    In una prima elementare un bambino si avvicina allo psicologo che è venuto in classe a proporre delle prove ai bambini. “Ma te che lavoro fai?” “Sono uno psicologo” “Cosa fa uno psicologo?” “Studio cosa  pensano le persone… la loro mente”
    continua
  • Riflessioni quotidiane

    Riflessioni quotidiane

    di Barbara Barontini | del 09/03/2016
    Buona sera a tutte!------------------------------------ il lavoro che stiamo facendo in questi giorni, le riflessioni che ci siamo scambiate io e Cristina e il verbale della conversazione in classe che ho trascritto  questo pomeriggio, mi hanno condotto ad ulteriori riflessioni che ho voluto fissare e condividere con voi prima di dimenticarmene. Vi allego anche due  brevi verbali.    Il lavoro anticipato sulla messaggeria, in prima classe, ci permette di cominciare a lavorare molto presto anche sulla riflessione fonologica e metafonologica.  Emergono riflessioni estremamente interessanti sui ragionamenti che portano i bambini ad apprendere...
    continua
  • Dans l'univers d'Umberto Eco

    Dans l'univers d'Umberto Eco

    di La Grande librairie | del 22/02/2016
    Tutti noi siamo debitori nei confronti di Umberto Eco. A ognuno ha dato qualcosa, grazie al suo talento che spaziava in molti campi. In qualche modo ha formato le nostre teste, insegnandoci a pensare e a sorridere.Ci piace ricordarlo come in questo bel video, curato dalla Grande Librairie che ringraziamo.----https://youtu.be/gPV8Y9i3hq8------Pubblicato il 20 feb 2016----Le...
    continua